70 anni fa, nasceva l’UDI

Posted by on Sep 18th, 2014 and filed under Spazio Donna. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.

Nel novembre del 1943, in concomitanza con l’inizio della guerra di Liberazione, nascono a Milano i “GDD”, Gruppi di difesa della donna”. Vengono considerati la più grande organizzazione femminile degli anni 1943-1945, fondata sull’unità delle donne al di là di discriminazioni sociali, politiche e religiose. Organizzano scioperi contro i nazifascisti; creano una rete di assistenza alle famiglie dei deportati, incarcerati e caduti; propagandano la resistenza e partecipano quotidianamente a sabotaggi nelle fabbriche che producono materiale di guerra; realizzano azioni di boicottaggio nelle scuole, nelle campagne, contro la consegna di viveri all’ammasso.

Nel ’44, proprio in questi giorni, in una Roma già liberata e ad esperienza pressoché conclusa, in un incontro nazionale le maggiori dirigenti dei Gruppi di Difesa della Donna decidono di dare vita all’Unione Donne italiane, iniziando a preparare il suo congresso fondativo che si svolgerà a Firenze il 20 ottobre 1945, sei mesi dopo la liberazione dell’Italia intera. Immediatamente si registra una massiccia adesione.
Fin da subito l’UDI, presente su tutto il territorio nazionale, è impegnata nella ricostruzione del dopoguerra, nel sostegno a donne e bambini in difficoltà; nella conservazione della pace contro la guerra e la bomba atomica; nella conquista del diritto al voto, del lavoro, dello studio e… tante altre conquiste per raggiungere una vera emancipazione femminile. Insomma, nei suoi settant’anni di attività l’UDI è protagonista delle più importanti battaglie per la conquista di leggi che danno diritto di cittadinanza e di parità alle donne.
In quegli anni organo d’informazione dell’UDI è la rivista “Noi donne” che nasce in Francia nel ’37 da donne antifasciste esuli a Parigi e rinasce proprio nel 1944 in Italia. A metà tra il foglio politico e il settimanale con le rubriche di ricette e di moda, nei primi anni ’50 la rivista vende 20mila copie. È su queste pagine che le operaie e le ragazze organizzano le iniziative per l’8 Marzo; scoprono delle lotte delle braccianti al Sud, colgono il mondo che si sta trasformando.
Memoria e documentazione di questi settant’anni sono gelosamente conservati negli archi dell’UDI, patrimoni messi a disposizione di cittadine e cittadini, studentesse/i e studiose/i a cui interessa una storia di donne che difficilmente si trova nei testi scolastici.

UDI, Unione Donne in Italia

Comments are closed

È vietato l'uso delle immagini e dei testi non autorizzato.
© 2016 Associazione Akkuaria
Associazione Akkuaria Via Dalmazia 6 - 95127 Catania - cell 3394001417
Registrata Ufficio Atti Civili di Catania il 3 maggio 2001 al n.ro 6010-3 - C.F. 93109960877
scrivi a: veraambra@akkuaria.com