“Nel nome della verità” di Maria Stella Sudano

Posted by on May 11th, 2018 and filed under Libri, News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.

“Nel nome della verità”  di Maria Stella Sudano

Ho letto tutto d’un fiato  e riletto con attenzione il libretto di poesie della Sudano ed anche la prefazione, che ha pure la valenza di commento, scritta da Gabriella Rossitto. Dopo la dotta esposizione di quest’ultima poco mi resta da dire in proposito, essendo stato centrato benissimo l’argomento trattato esponendo con dovizia e sapiente tecnica i caratteri salienti dell’opera della Sudano.
Si tratta, in sostanza, di poesie metaforiche imperniate sulla descrizione dei  vizi e delle  virtù dell’umanità, considerate delle  vere “gabbie” dell’umano sentire, come le ha definite la Rossitto, ed esposte con una tecnica linguistica permeata di allegoriche considerazioni, che hanno un  significato filosofico  molto profondo e richiamano alla memoria concetti forse già triti e ritriti dalla dottrina sociale e religiosa, che, però, richiamano il gusto della modernità contemporanea al punto tale da farle sembrare  una novità assoluta.
Se mi è consentito il paragone, alla fine della lettura, mi è sembrato di aver letto le teorie filosofiche di Emanuele Kant, espresse con un linguaggio che richiama l’immediatezza espressiva di Ungaretti.
Per l’appunto, La descrizione dei vizi e delle virtù dell’umanità richiamano alla memoria le categorie Kantiane dell’Io categorico e, non a caso, viene citato il Nietszche, che  ha molto in comune con Kant, il padre vero in assoluto dell’idealismo.
Inoltre il linguaggio conciso, immediato,  asettico, schematico ed incisivo , usato nel descrivere questo campionario dell’umano sentire ricorda tanto lo stile di Ungaretti.
Anche le illustrazioni semplici e schematiche di Antonella Maria Piazza, di cui è corredato il libro, richiamano questo riferimento ad Ungaretti. Pochi segni e colori indispensabili alla bisogna, senza eccessiva ridondanza delle forme, che risulterebbe superflua e retorica.
Decisamente, per i motivi sopra esposti, siamo in presenza di un’interpretazione letteraria  moderna e contemporanea, di concetti universali che sono alla base del sentire umano, come, del resto riesce ad esplicitare bene  la Rossitto nella sua prefazione.

Pippo Nasca

Vai alla pagina del libro
www.akkuarialibri.com/product/ne-nome-della-verita/

 

Comments are closed

È vietato l'uso delle immagini e dei testi non autorizzato.
© 2016 Associazione Akkuaria
Associazione Akkuaria Via Dalmazia 6 - 95127 Catania - cell 3394001417
Registrata Ufficio Atti Civili di Catania il 3 maggio 2001 al n.ro 6010-3 - C.F. 93109960877
scrivi a: veraambra@akkuaria.com