Secondo meeting della comunicazione radiofonica: le impressioni a caldo di chi lo ha vissuto

Posted by on Apr 24th, 2015 and filed under Interviste, News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.

Da poche ore si è concluso il Secondo Meeting Della Comunicazione Radiofonica tenutosi presso la meravigliosa struttura di Viagrande Studio’s sita in via F. Baracca in prov. di Catania.

Proprio in questa splendida location, il 7 Novembre scorso con il primo incontro moderato da Roberta Lunghi, è iniziato per i nuovi aspiranti speakers un nuovo percorso di “studio” delle tecniche radiofoniche e non solo. In questo secondo meeting, svoltosi ieri 17 aprile 2015, moderato questa volta dagli organizzatori e ideatori Paola Quattrocchi e Ubaldo Ferrini, si è colta l’occasione per confrontare diverse realtà e opinioni in merito al mondo della radio. Un grande riconoscimento ai due coaches è di aver “scommesso” soprattutto sui ragazzi di Radio Academy, ai quali è stata affidata una buona parte di responsabilità per la riuscita dell’evento.

A questo secondo incontro sono intervenuti moltissimi personaggi legati al mondo della comunicazione, alcuni provenienti da oltre lo stretto come Biagio Pepe autore e conduttore del format “Stasera che sera”, Franco Affilastro di “Missione Radio” (entrambi calabresi) e Alfredo Porcaro di “Consulenza Radiofonica” direttamente da Roma. Tantissimi sono stati i personaggi siciliani di spicco presenti : dall’ambito giornalistico per proseguire con editori, speakers, dj siciliani che grazie al loro contributo hanno dato vita ad un momento di raffronto e formazione.

Certamente le opinioni discordanti su alcuni dei temi trattati hanno “scatenato”un po’ gli animi, scaldato l’atmosfera ed era questo l’obiettivo da raggiungere: riunirsi per discutere di quali sono state le evoluzioni della radio, quali sono i cambiamenti già apportati e soprattutto cosa fare per migliorarla cercando di sfruttare al meglio le risorse che si posseggono.

Tra i presenti abbiamo voluto intervistare alcuni dei protagonisti di questo Secondo Meeting Della Comunicazione, dando voce innanzitutto a chi ha seguito e segue sempre con grande interesse Radio Academy come Franco Liotta giornalista di Sicilia Journal.

organizzare un evento come questo mette in luce importanti tematiche del mondo della radio, e sicuramente è una grande sfida ”

Alla domanda “ sei stato presente a diversi incontri e in altre occasioni per quanto riguarda Radio Academy,qual è il consiglio che senti di dare a noi giovani speakers?”

Ho ascoltato con piacere l’intervento di Alfredo Porcaro di Consulenza Radiofonica che sottolineava l’importanza di “riascoltarsi”. Il giovane speaker deve essere sempre consapevole di ciò di cui parla, oltre a possedere la dote innata della voce che certamente dev’essere comunque modellata e studiata. Inoltre ricordiamo che l’evento è stato seguito anche da un’altra collega Graziella Nicolosi-ha aggiunto- che si sta occupando del post meeting e che il convegno è stato ripreso in diretta streaming audio e video visitabile sul sito di Sicilia Journal.”

Tra i vari ospiti della serata,abbiamo strappato una breve intervista anche a Loretta Ferro attualmente impegnata in una rubrica culinaria giornaliera su Radio Smile all’interno del programma di Chiara Chines “Hasta la fiesta”in onda dal lunedi al venerdi dalle 10 alle 13.

Alla domanda” Che impressioni hai avuto da questo Secondo Meeting Della Comunicazione?” risponde:

E’ davvero emozionante essere stata qui e sono contenta di farne parte soprattutto perché il posto che ci ospita merita di essere visitato. Inoltre trovo che sia stato un incontro molto costruttivo e resto affascinata dalle diverse opinioni che sono emerse, ma che viaggiano tutte verso lo stesso obiettivo. Il consiglio che sento di dare a tutti coloro che stanno intraprendendo questa strada ma anche a chi già ne fa parte è di essere sempre se stessi e di non imitare nessuno.”

Un altro ospite a cui abbiamo chiesto le sue considerazioni in merito al meeting è Biagio Pepe, ideatore e speaker del format “stasera che sera”, che innanzitutto, ci spiega il suo impegno radiofonico:

E’ un format contenitore di musica e ricco di informazioni come molti altri, ma con una particolarità: ho voluto ricreare un salotto virtuale dove gli artisti emergenti, che a mio avviso sono quelli che meritano maggiore spazio e visibilità, si raccontano in collegamento telefonico, vengono intervistati e hanno modo di farsi conoscere non solo attraverso la loro musica ma anche raccontando le loro esperienze, la loro passione e dedizione per questo lavoro troppo spesso sacrificato dai grandi network nazionali, e a tal proposito mi sento di dare la definizione di “talk show” più che di programma radiofonico al mio format.

Alla domanda:“Questo Secondo Meeting, ha rispecchiato, le aspettative che avevi riposto sull’evento?

le aspettative, in parte, sono state abbastanza soddisfatte anche se il discorso si è protratto in un dibattito tra editori e giornalisti, come se i”problemi” della radio vertano solo su questo e, mio malgrado, non è cosi. A mio avviso, questa riunione deve servire per capire cosa serve alle radio locali per innalzare gli ascolti essendo, purtroppo, schiacciata dai network nazionali. In merito a questo, ho espresso, il mio personale punto di vista, mettendo in luce il fatto che le radio locali probabilmente stanno sbagliando proprio nell’impostazione cercando di somigliare sempre più frequentemente a grosse realtà nazionali. Proprio per questo, credo che la radio locale, debba tornare ad occuparsi del territorio anche e soprattutto con l’aiuto dello speaker che dev’essere preparato e all’altezza della realtà dalle quali trasmette.

Per le aziende provenienti da oltre lo stretto, è valsa la pena partecipare al Secondo Meeting Della Comunicazione?”

Sicuramente ne è valsa la pena, un po’ per visitare questa meravigliosa terra ma soprattutto perché è stato un momento di crescita per tutti, che arricchisce il bagaglio culturale e dal quale sicuramente possiamo trarre nuovi spunti di riflessione. Inoltre, ascoltare gli altri interventi, mi è servito per accrescere le mie conoscenze radiofoniche.

A nostri microfoni abbiamo avuto il piacere di intervistare il giornalista di Blog Sicilia Francesco Lamiani e il corrispondente Adn Kronos Agenzia di stampa nazionale per la Sicilia Orientale Francesco Bianco che alla domanda :

quali sono le prime impressioni di questo secondo meeting della comunicazione?” hanno risposto dicendo: “ A mio avviso, – dice Lamiani- è necessario un ricambio generazionale in questo territorio, che guardi attraverso le persone che si sono confrontate oggi, che hanno dato il loro contributo nel passato, e mi rivolgo in particolare, a voi giovani che, invece, ne raccogliete i frutti, soprattutto a tutti coloro che hanno voglia di mettersi in gioco.”

Alla domanda :” ne è valsa la pena partecipare a questo secondo incontro della comunicazione? “ “Assolutamente si-dice Francesco Bianco- il confronto fa sempre bene, anche perché cambia la radio, cambiano i tempi e quindi è necessario tenersi sempre aggiornati. È importante ascoltare soprattutto chi ha fatto la storia della radio e d’altro canto è indispensabile dare i giusti consigli a chi invece è o sarà il protagonista della radio del futuro.

Un’altra importante voce che allieta le nostre giornate è sicuramente quella di Chiara Chines, speaker per Radio Smile e presentatrice di eventi. A lei abbiamo chiesto le sue prime impressioni riguardo questo incontro avvenuto il 17 aprile nella splendida cornice di Viagrande studio’s.

E’ difficile dare una impressione estemporanea ; certamente riflettendoci su, a mente serena sarebbe meglio. Sono state dette parecchie cose, per una buona parte vere e, quindi, tirare le somme di tutto non è facilissimo. Posso dire che, discutere di argomenti importanti, cioè, di come la radio era nel passato, è adesso e quello che potrebbe essere nel futuro è fondamentale per gli addetti ai lavori. La cosa importante- aggiunge Chiara- è confrontarsi e imparare quanto più possibile gli uni dagli altri.

A tal proposito un’altra domanda che abbiamo posto a Chiara Chines è: “cos è mancato in questo Meeting e quindi cosa aggiungerebbe per farsi che un prossimo incontro sia ancora più proficuo?”

Alcuni degli interventi erano mirati a lamentarsi della troppa concorrenza che c è tra le radio. Si presta sempre troppa attenzione a fare meglio per superare gli altri, piuttosto che confrontarsi in maniera concreta e costruttiva. Tutto questo si è palesato anche qui, c’era troppa voglia di mettersi in mostra e spesso ci si è soffermati un po’ troppo su alcuni argomenti a discapito di altri, piuttosto che dare spazio ad altre prospettive e ad altri punti di vista. Purtroppo, (e per fortuna) per trattare di radio il tempo non è mai sufficiente, quindi ci auguriamo che prossimamente se ne possa parlare ancora di più dando la possibilità a tutti di poter esprimere il proprio pensiero.

Maria Marasà

Comments are closed

È vietato l'uso delle immagini e dei testi non autorizzato.
© 2016 Associazione Akkuaria
Associazione Akkuaria Via Dalmazia 6 - 95127 Catania - cell 3394001417
Registrata Ufficio Atti Civili di Catania il 3 maggio 2001 al n.ro 6010-3 - C.F. 93109960877
scrivi a: veraambra@akkuaria.com