Liberi di giocare

Posted by on Mar 16th, 2014 and filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.

In occasione della Festa del Papà,  il 19 marzo alle ore 16,30, con ingresso gratuito, si svolgerà un Torneo di Calcio a 5 presso il Palazzetto dello Sport di Mascalucia.
Liberi di giocare” è la manifestazione con cui l’associazione “Genitori a Vita” vuole porre ancora una volta l’attenzione sul gravoso problema dei genitori separati dai propri figli. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Mascalucia, è sostenuta e promossa dal Liceo Classico Scientifico “Concetto Marchesi”, ADIANTUM, Associazione Nazionale per la Tutela dei Minori, Anterao, Associazione Nazionale di Promozione Sociale a sostegno della Famiglia, la Fondazione La Città Invisibile, con la speciale partecipazione della Comunità alloggio per minori Il Piccolo Principe.
La diretta radiofonica sarà seguita da Radio Amore.
Concluderà l’evento il lancio delle SkyLanterns, dove i genitori partecipanti, che affrontano il gravoso problema della separazione dal proprio figlio, affiderà un messaggio di speranza alla tenue fiamma di una lanterna cinese volante, per simboleggiare quell’amore mai spezzato o interrotto. Il lancio sarà seguito dalle note eseguite dai ragazzi dell’Ensemble dell’Orchestra infantile Falcone Borsellino, diretta dalla Fondazione La Città Invisibile, presiduta da Alfia Milazzo.
Un’occasione dunque per mettere insieme – attraverso lo sport – genitori e figli, e unirli in un simbolico abbraccio che va a tutti quei genitori a cui è stata sottratta la libertà di “giocare” e a tutti quei figli che sono stati costretti a crescere lontano da chi li ha generati;ma sarà anche l’occasione per ricordare il primo anno di vita di un’associazione  nata dal disagio di un genitore disperato che ha saputo trasformare la sua sofferenza in energia propulsiva per la collettività. Un’energia che è diventata cemento che tiene unita la voglia di riscatto di tantissimi genitori che quotidianamente lottano per riavere i propri figli
.Liberi di giocare” nasce dalla volontà di preservare la Bigenitorialità e la continuità dei rapporti tra genitori e figli anche dopo la loro separazione e per questo motivo si ringrazia Giovanni Leonardi, Sindaco del Comune di Mascalucia, Orietta Musumeci, Assessore alla Famiglia e alle Pari Opportunità. l’Amministrazione Comunale di Mascaluicia per la sensibilità mostrata sulla tematica e l’attenzione dedicata ai Bambini contesi ed in particolar modo Alessio Cardì, Consigliere, da sempre attento ed instancabile sostenitore dell’Associazione.

Nota biografica dell’Associazione “Genitori a Vita”

L’associazione nasce a Catania il 14 marzo del 2013 con lo scopo di tutelare i genitori dalla mancanza di rispetto alla loro persona e ai loro diritti, da parte delle istituzioni preposte alla difesa dei loro figli, e da ogni tipo di abuso con particolare riguardo per quello familiare e genitoriale, secondo il quale ogni bambino ha diritto ad avere un rapporto continuo e armonioso con entrambi i genitori anche al di là della loro separazione/divorzio e viceversa ogni genitore ha il pieno diritto di continuare a crescere serenamente i figli avuti con il matrimonio, ormai finito in frantumi.
In questi dodici mesi, attraverso iniziative encomiabili, che hanno rinsaldato sempre più la capacità d’interagire, di scambiare, di sentire e soprattutto di comunicare, l’Associazione Genitori a Vita è diventata una “reale presenza” in grado di accogliere e sostenere, con tutti i mezzi che ha a disposizione, quei genitori che non sono in grado di affrontare con le proprie forze il dramma di ritrovarsi con un figlio sottratto dalla burocrazia giudiziaria.
Un’associazione che è scesa in strada, che ha incontrato l’Arcivescovo di Catania, il presidente della Regione Crocetta, che si è presentata nelle aule del Tribunale, che ha proposto disegni di legge al Senato e a Montecitorio e in ultimo si è recata alla Santa Sede del Vaticano.
A quanto pare il Santo Padre ha tenuto conto del dossier che la delegazione nell’ottobre 2013, ha fatto consegnare nelle mani del Pontefice. La documentazione conteneva le scandalose cifre che riguardano la totale assenza di tutela dei minori e dei diritti umani nelle cause di separazione.
In questa occasione a Sua Santità è stato richiesto aiuto sotto forma di Asilo Politico e da quel giorno Papa Francesco, nelle sue omelie, non dimentica mai di parlare dei genitori divorziati affermando che hanno diritto a vivere serenamente anche all’interno della chiesa.
Dunque un anno di intensa attività quello di Genitori a Vita che tra l’altro ha attivato diverse sedi operative in Sicilia e seguito centinaia di casi le cui condizioni si sono rivelate invivibili sotto diversi aspetti legali, morali e fisici.
I “nemici” più grandi che riguardano la tematica dei figli contesi sono l’enorme quantità di tempo impiegato per l’intervento delle istituzioni preposte alla tutela genitori/figli e la mancanza di preparazione di moltissimi “addetti ai lavori”.
La percentuale dei genitori che trova una soluzione immediata è davvero esigua, invece la stragrande maggioranza naviga nei meandri della burocrazia.
L’enorme mole di lavoro che si è sviluppata in questo primo anno di attività ha messo l’Associazione nelle condizioni di coinvolgere sempre più operatori del settore (Assistenti Sociali, Psicologi, Mediatori, Avvocati ecc.) che con professionalità, impegno, altruismo e sano spirito d’aggregazione, sostengono volontariamente l’impegno di Genitori a Vita. Inoltre l’associazione provvede da qualche mese anche alla distribuzione gratuita di generi alimentari raccolte in diverse associazioni umanitari, del resto è ben noto che i divorziati rappresentano la terza povertà e che se non si interviene al più presto scaleranno la classifica amara.
Vera Ambra

 

Comments are closed

È vietato l'uso delle immagini e dei testi non autorizzato.
© 2016 Associazione Akkuaria
Associazione Akkuaria Via Dalmazia 6 - 95127 Catania - cell 3394001417
Registrata Ufficio Atti Civili di Catania il 3 maggio 2001 al n.ro 6010-3 - C.F. 93109960877
scrivi a: veraambra@akkuaria.com